ANELLO ZOLDANO
SETTEMBRE 2017

ANELLO ZOLDANO

 

Durata: 6 giorni (5 notti)
Difficoltà: media
Pernotto: in rifugio
Periodo: settembre 2017
Prenotazioni: 20 gg prima
Costo: 220€ a persona (minimo 6 persone)
La quota comprende: accompagnamento guida alpina per sei giorni
La quota non comprende: viaggio A/R per Zoldo, eventuali pernotti in valle, mezze pensioni in rifugio durante il trekking

 

Descrizione:

L'Anello Zoldano è un'Alta Via in sei tappe che percorre in modo circolare la Val di Zoldo, una delle valli più affascinanti delle Dolomiti, passando ai piedi delle sue bellissime montagne, Civetta, Mezzodì, Bosconero, Pramper, Pelmo. Si compone di sei tappe, con tempi di percorrenza giornalieri che vanno dalle 4 alle 7 ore, ciascuna delle quali ha termine in corrispondenza di un rifugio. I sentieri sono buoni ed evidenti pressochè ovunque. In diversi casi il percorso non è obbligato ed è possibile effettuare interessanti varianti e salite alle cime più alte della valle. Sentieri e rotabili che intersecano radialmente l'anello permettono di interromperlo in vari punti e raggiungere il fondovalle.

 

PROGRAMMA:

I TAPPA: COL PELOS - MEZZODì
Da Le Bocole (Forno) al Rifugio Sora'l Sass de Mezodì - G.Angelini
Dislivello: 1150m in salita e 370m in discesa
Tempo di percorrenza: ore 5/5.30

II TAPPA: SAN SEBASTIANO - GRUPPO TAMER
Dal rifugio Sora'l Sass de Mezodì - Angelini al Passo Duràn (ss 347)
Dislivello: 750m ca.
Tempo di percorrenza: 6/7 ore
III TAPPA: GRUPPO MOIAZZA - CIVETTA
Dal Passo Duràn (ss 347) al rifugio Adolfo Sonino (al Coldai)
Dislivello: 1000m in salita e 450m in discesa
Tempo di percorrenza: 7 ore
IV TAPPA: PELMO
Dal Rifugio A. Sonino (al Coldai) al Rifugio Alba Maria De Luca (al Pelmo)
Dislivello: 470m in salita e 650m in discesa
Tempo di percorrenza: ore 4/4.30

V TAPPA: COL DUR - RITE
Dal Rifugio A. De Luca (al Pelmo) al Rifugio Remauro al Passo Cibiana (ss 347)
Dislivello: 500m in salita e 900m in discesa
Tempo di percorrenza: 4/5 ore
VI TAPPA: SFORNIOI - BOSCONERO
Dal Passo Cibiana (ss 347) a Le Bocole (Forno di Zoldo)
Dislivello: 500m ca. in salita e 1200m ca. in discesa
Tempo di percorrenza: 5/5.30 ore

 

MATERIALE PERSONALE:

-scarpe da trekking;
-zaino 30/40l;
-sacco lenzuolo;
-pantaloni leggeri;
-copri pantaloni da pioggia;
-maglia tecnica;
-giacca da pioggia;
-ricambio (magliette, calzini, mutande);
-asciugamano leggero;
-cappello per il sole;
-cappello e guanti;
-crema da sole;
-occhiali.

 

ANELLO ZOLDANO PDF

ANELLO ZOLDANO SITO WEB

TREKKING SELVAGGIO BLU - SARDEGNA
OTTOBRE 2017

TREKKING SELVAGGIO BLU - SARDEGNA

 

Durata: 7 giorni (6 notti) - (5 giorni - 4 notti durante il trekking)
Difficoltà: difficile
Pernotto: in albergo e all'aperto (no tenda!)
Periodo: aprile/maggio 2017
Prenotazioni: 20 gg prima
Costo: a seconda dei partecipanti e dei servizi scelti
La quota comprende: a seconda dei servizi scelti
La quota non comprende: a seconda dei servizi scelti

 

Descrizione:

Il trekking Selvaggio Blu è considerato il più difficile trekking italiano per lunghezza, isolamento e difficoltà tecniche, e di sicuro è unico per le sue caratteristiche e bellezza. In 5 giorni di cammino, arrampicate e calate in corda si percorre un tratto di costa sarda selvaggio e suggestivo dove il mare ci accompagnerà di continuo con il suo magico colore blu.

 

PROGRAMMA:

I GIORNO
Trasferimento in autobus o fuoristrada da Olbia/Cagliari a Santa Maria Navarrese. Cena e pernottamento.
II GIORNO
Dopo colazione, trasferimento con il fuoristrada in località PEDRA LONGA dove inizia il sentiero Selvaggio Blù.  Seguendo il sentiero dei vecchi pastori e dei carbonai si sale in mezzo alla macchia mediterranea partendo dal mare si raggiunge quota 800 msl in località Ginnirco. Seguendo sempre i vecchi sentieri con vari passaggi  fatti in rami di ginepro creati dai  pastori, si scende da 800 metri fino al mare località PORTU PEDROSU  piccolo fiordo naturale sul mare. Sistemazione per la notte.
TEMPO: 7-8 ORE
III GIORNO
Si continua il trekking lungo sentieri con  alte falesia a strapiombo sul mare e visitando antichi ovili ormai abbandonati dai pastori. Si arriva a CALA GOLORITZE’, splendida spiaggia del golfo di Orosei, dove ci si prepara per la notte.
TEMPO: 5-6 ORE
IV GIORNO
Dopo colazione si parte per la tappa più dura del trekking in quanto si parte subito in salita e dopo varie arrampicate discese in corda doppia passaggi tecnici si arriva in località BACU MUDALORU, dove, dopo aver recuperato i viveri, ci si prepara per la notte.
TEMPO: 8-9 ORE
V GIORNO
Dopo aver fatto colazione, si parte per un'altra difficile tappa, anche se non molto lunga, che con qualche passaggio tecnico porta nella splendida CALA BIRIOLA, dove una magica atmosfera ci accompagnerà per la notte.
TEMPO: 6/7
VI GIORNO
Ora ci aspetta la tappa più tecnica composta da varie calate in corda doppia, traversi e arrampicate che ci porta a CALA SISINE, altra bella spiaggia del golfo di Orosei. Da qui in fuoristrada ritorno a Santa Maria Navarrese dove finalmente ci aspetta un comodo letto e una cena con tavolo e sedie...
TEMPO: 7-8 ORE + TRASFERIMENTO IN FUORISTRADA: 2 ORE
VII GIORNO
Trasferimento in autobus o fuoristrada da Santa Maria Navarrese a Olbia/Cagliari e ritorno a casa.

 

MATERIALE PERSONALE:

-scarpe da trekking;
-imbrago;
-zaino 50/60l;
-sacco a pelo;
-materassino;
-telo da bivacco;
-vestiario adeguato;
-costume da bagno/asciugamano;
-cappello per il sole;
-crema da sole;
-occhiali.