TREKKING SELVAGGIO BLU
MAGGIO 2017
P1050268

TREKKING SELVAGGIO BLU - SARDEGNA

 

Il trekking Selvaggio Blu è considerato il più difficile trekking italiano per lunghezza, isolamento e difficoltà tecniche, e di sicuro è unico per le sue caratteristiche e bellezza. In 5 giorni di cammino, arrampicate e calate in corda si percorre un tratto di costa sarda selvaggio e suggestivo dove il mare ci accompagnerà di continuo con il suo magico colore blu.

 

TREKKING SELVAGGIO BLU - SARDEGNA

FERRATA DELLA MEMORIA
PRIMAVERA 2017
kjhjhghghg

FERRATA DELLA MEMORIA

 

Ricordare la tragedia del Vajont e riflettere sulle fragilità dell’uomo di fronte alla grandezza della natura, visitando i luoghi scenario del disastro da un nuovo punto di vista, quello sportivo alpinistico.

Per info e prenotazioni:

 

 

+393282170815

DRYTOOLING - PONTESEI BASSO
INVERNO 2017
pramperiiii2

DRYTOOLING - PONTESEI BASSO - VAL DI ZOLDO

 

DRYTOOLING - PONTESEI BASSO
VAL DI ZOLDO
- Quota: 750m circa.
- Esposizione: nord-est.
- Come arrivare: da Longarone in direzione Forno di Zoldo circa 1 km prima della diga di Pontesei si prende a sinistra una strada che va in direzione della diga. Arrivati alla fine della strada si parcheggia.
- Avvicinamento: si attraversa il Maè utilizzando la briglia di cemento (ATTENZIONE!) e si arriva subito alla base del muro. - Difficoltà delle vie: 1 - Piccola Dama - M 5/ WI5 2 - Warming up - WI 4 3 - Il guardiano della diga - M 6/WI 4 4 - C'era una volta in Zoldo - M 7
- Attrezzatura: via 1 - 3 spit 4/5 viti. via 2 - 3/4 viti. via 3 - 2 spit 3/4 viti. via 4 - 4 spit 1/2 viti.
- Lunghezza vie: tra i 20 e i 25 metri.
D = total dry M =mix WI = water ice
Per info su condizioni: www.guidealpinevaldizoldo.it +393282170815

 

- Quota: 750m circa.

- Esposizione: nord-est.

- Come arrivare: da Longarone in direzione Forno di Zoldo circa 1 km prima della diga di Pontesei si prende a sinistra una strada che va in direzione della diga. Arrivati alla fine della strada si parcheggia.

- Avvicinamento: si attraversa il Maè utilizzando la briglia di cemento (ATTENZIONE!) e si arriva subito alla base del muro.

- Difficoltà delle vie:
1 - Piccola Dama - M 5/ WI5
2 - Warming up - WI 4
3 - Il guardiano della diga - M 6/WI 4
4 - C'era una volta in Zoldo - M 7

- Attrezzatura: via 1 - 3 spit 4/5 viti. via 2 - 3/4 viti. via 3 - 2 spit 3/4 viti. via 4 - 4 spit 1/2 viti.

- Lunghezza vie: tra i 20 e i 25 metri.

D = total dry M =mix WI = water ice

 

Per info su condizioni:
info@guidealpinevaldizoldo.it  +393282170815

 

 

DRYTOOLING PONTESEI BASSO

 

DRYTOOLING - VAL PRAMPER
INVERNO 2017
pramperuyuyuyuyu

DRYTOOLING - VAL PRAMPER - VAL DI ZOLDO - MURO DEL PIANTO

 

 

DRYTOOLING - VAL PRAMPER - VAL DI ZOLDO
MURO DEL PIANTO
- Quota: 1350m circa. - Esposizione: nord-ovest. - Avvicinamento: come per il Muro del Pianto. Da Forno di Zoldo si sale verso Pralongo e al secondo tornante (cartelli) si prende la strada a sinistra verso il Pian de la Fopa (o a piedi o in macchina fin dove si riesce - a seconda della neve). Dal Pian de la Fopa continuare ancora per poco fino ad un ponticello di legno (sentiero per il rifugio Sora 'l Sass e bivacco Carnielli/De Marchi). Si prende il ponte e si prosegue per sentiero fino ad arrivare al ghiaione che scende dal Giaron de la Fopa. Si risale il ghiaione ormai in vista del Muro del Pianto. Il settore di drytooling è appena a sinistra (trovare il passaggio migliore tra i mughi). - Difficoltà delle vie: 1 - Alleanza lesbica - I catena D 7+ - II catena M 8+ 2 - Lonesome Cowboy - D 8+ 3 - Buy Less Work Less! - I catena M 8 - II catena Prog. 4 - In Bimixin we trust! - I catena D 7+ - II catena N.L. 5 - Zoldoland - I catena M 5/WI 5 - II catena M 9+ 6 - Zeitgeist - I catena M 6/WI 6 - II catena Prog. Connections: 4+5 (I catena) M 7 4+5 (II catena) M 10
- Attrezzatura: tutte le vie sono attrezzate a spit e catene alle soste, munirsi tuttavia di un paio di viti per le uscite su ghiaccio. Per le seconde catene delle vie 5 e 6 prevedere la possibilità di dover ripulire le soste dal ghiaccio.
- Lunghezza vie: prime catene 15m circa - seconde catene 25m circa.
D = total dry M =mix WI = water ice
Per info su condizioni: www.guidealpinevaldizoldo.it +393282170815

- Quota: 1350m circa.

- Esposizione: nord-ovest.

- Avvicinamento: come per il Muro del Pianto. Da Forno di Zoldo si sale verso Pralongo e al secondo tornante (cartelli) si prende la strada a sinistra verso il Pian de la Fopa (o a piedi o in macchina fin dove si riesce - a seconda della neve). Dal Pian de la Fopa continuare ancora per poco fino ad un ponticello di legno (sentiero per il rifugio Sora 'l Sass e bivacco Carnielli/De Marchi). Si prende il ponte e si prosegue per sentiero fino ad arrivare al ghiaione che scende dal Giaron de la Fopa. Si risale il ghiaione ormai in vista del Muro del Pianto. Il settore di drytooling è appena a sinistra (trovare il passaggio migliore tra i mughi).

- Difficoltà delle vie:
1 - Alleanza lesbica - I catena D 7+ - II catena M 8+
2 - Lonesome Cowboy - D 8+
3 - Buy Less Work Less! - I catena M 8 - II catena Prog.
4 - In Bimixin we trust! - I catena D 7+ - II catena N.L.
5 - Zoldoland - I catena M 5/WI 5 - II catena M 9+
6 - Zeitgeist - I catena M 6/WI 6 - II catena Prog. Connections: 4+5 (I catena) M 7 4+5 (II catena) M 10

- Attrezzatura: tutte le vie sono attrezzate a spit e catene alle soste, munirsi tuttavia di un paio di viti per le uscite su ghiaccio. Per le seconde catene delle vie 5 e 6 prevedere la possibilità di dover ripulire le soste dal ghiaccio.

- Lunghezza vie: prime catene 15m circa - seconde catene 25m circa.

D = total dry M =mix WI = water ice

 

Per info su condizioni:
info@guidealpinevaldizoldo.it  +393282170815 

 

 

DRYTOOLING VAL PRAMPER